ROMA – 27 Giugno 2013 – NASCE IL FORUM SCUOLA E CITTADINANZA

Nella giornata di ieri, giovedì 27 giugno, l’On. Santerini ha dato il via ai lavori del forum Scuola e Cittadinanza al quale hanno preso parte il Sottosegretario Galletti del Ministro all’Istruzione oltre alle associazioni di studenti e genitori, Telefono Azzurro, la Fondazione Agnelli, il Garante per l’Infanzia della Regione Lazio, la Società italiana pedagogisti, la Fondazione Intercultura e Cittadinanza attiva.

Quest’iniziativa fortemente voluta dall’On. Santerini capogruppo di Scelta Civica in commissione cultura della camera, nasce con lo scopo di voler mettere in comunicazione le diverse rappresentanze del mondo della scuola: Studenti, Genitori, Docenti, Presidi ma anche le figure professionali che vi ruotano attorno come pedagogisti. Attorno ai diversi soggetti si vuole creare un dialogo in cui al centro vi sia la scuola e il suo sviluppo per renderla moderna ed efficiente che formi persone sia sotto l’aspetto nozionistico sia sotto l’aspetto umano. L’incontro di oggi che ha dato il via ai lavori è servito per mettere sul tavolo le aspettative e le problematiche del mondo della scuola vista dalle diverse associazioni. È emersa un grandissimo consenso e concordanza sull’affermazione dell’On. Santerini sul fatto che la scuola necessiti di maggior autonomia e meno vincoli, in modo tale da potersi legare alle esigenze sia geografiche che sociali del territorio in cui va a situarsi andando così a contrastare il fenomeno della dispersione scolastica grazie ad interventi mirati effettuati dalle singole scuole che conoscono le realtà ed i motivi dell’abbandono scolastico che coinvolgono la propria zona. Quest’autonomia è volta anche a creare una maggior equità tra le diverse scuole e permettere a tutte le scuole di eccellere e questo sia tra le diverse scuole ma anche all’interno di uno stesso istituto che a volte presenta differenze tra una classe e l’altra. L’altro punto fondamentale toccato in riunione e che ha visto d’accordo tutti i presenti è la qualità sostanziale, fatta anche attraverso criteri di valutazione del corpo docente ma che non si basi solo sugli invalsi.

Tutti obbiettivi questi, molto importanti. Oggi sono iniziati i lavori per avere domani una scuola migliore. Sotto la lettera di convocazione.


Cari amici,

nell’ambito delle attività che Scelta Civica per l’Italia starealizzando a favore dell’istruzione e del sapere, intendiamo aprire una riflessione sulla scuola come sistema integrato che coinvolge la comunità, in cui cittadini, genitori, educatorisostengono un progetto di trasmissione di valori democratici e dove si realizza una larga distribuzione di autorità educativa.

Per rispondere ai bisogni educativi e di istruzione abbiamo bisogno, infatti, di tutte le componenti della società, in modo da rafforzare il sistema pubblico ( statale e paritario) oggi troppo debole davanti alle nuove sfide educative.

La scuola dei cittadini è una delle espressioni di nuova governance socialeche deve avere una sempre maggiore partecipazione: uno sforzo comune operato da tutte le componenti della società, una buona prassi che dovremmo realizzare in più settori. Si tratta di una vera alleanza educativa, la stessa di cui necessita il sistema Italia per ripartire dalla crisi.

Per discutere questi temi e concordare eventuali iniziative comuni, vi invitiamo a partecipare al Forum Scuola e cittadinanza, una consulta che radunerà singoli e associazioni che rappresentano insegnanti, studenti, famiglie, agenzie educative, volontariato e che si riunirà periodicamente per dibattere su come rafforzare il legame tra la scuola e i cittadini.

Vi chiediamo, quindi, disegnalare la vostra partecipazione all’incontro che si svolgerà il giorno

27 giugno 2013 alle 10.30

Aula De Gasperi,Gruppo scelta civica per l’Italia

Via Uffici delvicario 11 (V piano) Roma

Leave a Comment