Mia intervista a tv tedesca su Pegida e neo-razzismi

La mia intervista alla tv tedesca

Traduzione del filmato in italiano (di Matteo Ghidotti)
CALO DEL NUMERO DEI PARTECIPANTI A LEGIDA E CONTROPROTESTE

Un nuovo raduno a Lipsia, in Augustus Platz, dei sostenitori del gruppo antislamico LEGIDA ha visto sfilare circa 600 manifestanti in diverse zone del centro, mentre di settimana in settimana il loro numero è in continuo calo.
PERSONA CON BANDIERA: Voi siete fascisti di sinistra!
1° SIGNORE ANZIANO: sono qui per sentire a quali conclusioni si arriva, ho deciso che preferisco restare a casa mia (casa = paese, senza “invasioni”).
2° SIGNORE ANZIANO: sembra di essere presi in giro su tutto, i politici non dicono niente di ciò che la gente vuole sentire, del popolo nessuno parla.
Anche nei contro-manifestanti emergono i primi segni di stanchezza, e malgrado questo circa 700 oppositori a PEGIDA sono presenti per dire il loro impegno per una Lipsia aperta.
RAGAZZO: Diversi punti della loro critica sono senz’altro legittimi, bisogna però aiutarli ad andare oltre, ovviamente la loro soluzione è falsa, i punti di discussione ci sono e rimangono anche quando non sono ascoltati.
DONNA: Qui c’è già tutta l’ Europa, e dove sono loro ci siamo anche noi
RAGAZZO CON LA BARBA: 6 mesi fa era impensabile che ogni settimana nel centro città a Lipsia si sarebbero raccolte centinaia di Hooligans nazisti, e a questa diffusione ci dobbiamo contrapporre in modo deciso.
Sul lato prospiciente alla Gewandhaus dell’Augustus Platz si ritrovano sostenitori del partito DIE PARTEI nelle vesti di “LEGIDA – Das Original”.
RAGAZZO CON LA BARBA: non siamo affatto contro protestanti, siamo “Das Original”, siamo l’unico vero movimento e, come avete sentito, ed esortiamo tutti quelli che vogliono unirsi a noi. Non c’è niente di legato alla sinistra, è una sana manifestazione culturale che fa bene alla città.

Vicino al palco di LEGIDA si presenta, accompagnato dalla Parlamentare italiana On. Milena Santerini, il politico CDU Dr. Matthias Feist . Santerini ha voluto presenziare per avere un riscontro personale sui fatti, mentre sta lavorando a un rapporto sulle nuove forme di discriminazione per l’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa.
FEIST: sono dei classici fanatici, scettici della democrazia ed è evidente che noi come politici dobbiamo discutere assieme, e di questo ne abbiamo già parlato, dei problemi che la gente ha nella convivenza.
MILENA SANTERINI crede che, chi nel 1989 era su queste strade di Lipsia nella dimostrazione pacifica, oggi non possa accettare che le stesse parole e gli slogan di allora, come “Il Popolo siamo noi ecc.”, vengano rubate da questo movimento. Se così fosse, per lei questo sarebbe una sconfitta. Letteralmente: “Questo (il riutilizzo degli slogan dell’89 in chiave LEGIDA) è per lei moto doloroso”.
E poco dopo le 21 i dimostranti di LEGIDA lasciano Augustus Platz, la serata procede senza il minimo episodio di violenza. La polizia è presente sul posto con circa 1300 uomini e parla di una serata di dimostrazione pacifica.

Leave a Comment