Santerini (Des-Cd): ormai razzismo su web sempre più normale Roma,

Santerini (Des-Cd): ormai razzismo su web sempre più normale Roma,

20 lug. (askanews) – “Con il rapporto della commissione Jo Cox sull’intolleranza, la xenofobia, il razzismo e i fenomeni di odio presieduta dalla Presidente Boldrini, nata su impulso del Consiglio d’Europa, abbiamo voluto affrontare il discorso razzista che diventa di giorno in giorno sempre più normale, specie sul web. La dimensione banale dell’intolleranza contemporanea si traduce nell’affermare che le differenze sono inconciliabili e siamo destinati a vivere separati. Non si spiega altrimenti, ad esempio, la resistenza a dare la cittadinanza ai nuovi italiani nati e cresciuti qui. Con le Raccomandazioni abbiamo voluto dare un forte segnale politico per contrastare l’odio e i razzismi in tutte le sue forme”. Lo dichiara Milena Santerini, deputata del gruppo ‘Democrazia Solidale-CD’ e presidente dell’Alleanza contro l’intolleranza e il razzismo del Consiglio d’Europa, che sintetizza i 14 mesi di lavori della Commissione e il Rapporto presentato oggi alla Camera alla presenza tra gli altri della sottosegretaria Boschi, di Mario Calabresi e Gian Antonio Stella. Pol/Bac 20170720T153323Z

TERRORISMO. SANTERINI (DES-CD): OK DDL, PIU’ PREVENZIONE E INTEGRAZIONE

TERRORISMO. SANTERINI (DES-CD): OK DDL, PIU’ PREVENZIONE E INTEGRAZIONE

 (DIRE) Roma, 18 lug. – “Per spiegare il fenomeno jihadista si ricorre o all’idea dell’Islam ‘naturalmente violento’ o alle colpe dell’Occidente. In realta’ si tratta di una risposta antipolitica delle giovani generazioni musulmane e comporta problematiche politiche e sociali oltre che religiose. Abbiamo gia’ norme che puniscono la violenza, dobbiamo ora realizzare piu’ prevenzione e piu’ integrazione, coinvolgendo le comunita’ religiose per contrastare il reclutamento jihadista. Il nostro emendamento sulla liberta’ religiosa approvato dalla Camera va in questa direzione, perche’ intende riaffermare che la vera lotta al terrorismo si attua costruendo una societa’ pluralistica e interculturale”. Lo ha affermato la deputata Milena Santerini, gruppo ‘Democrazia Solidale-Centro Democratico’ e Coordinatrice dell’Alleanza parlamentare contro l’intolleranza e il razzismo del Consiglio d’Europa, a proposito dell’approvazione della proposta di legge per la prevenzione della radicalizzazione e dell’estremismo violento di matrice jihadista. (Vid/ Dire) 18:52 18-07-17

Ius soli:Santerini(Ds-Cd),capiamo governo ma rimanga impegno.

Ius soli:Santerini(Ds-Cd),capiamo governo ma rimanga impegno.

ROMA, 17 LUG – “Capiamo la scelta del Governo davanti ai troppi ostacoli messi all’approvazione della legge sulla cittadinanza ai minori stranieri, ma chiediamo che l’impegno sia comunque mantenuto presto per non perdere una grande occasione di integrazione e non restare nella logica dell’emergenza. Calcoli di potere e interessi personali hanno impedito di rendere giustizia ai nuovi italiani. Rinunciare alla cittadinanza per i figli dei migranti sarebbe una sconfitta dell’interesse nazionale”. Lo dichiara Milena Santerini, deputata alla Camera (gruppo ‘Democrazia Solidale-Cd’) e presidente dell’Alleanza contro l’intolleranza e il razzismo del Consiglio d’Europa. (ANSA). TG 17-LUG-17 13:23

Tortura: Santerini (des-cd), legge imperfetta ma rompe tabu’ (ANSA) 

Tortura: Santerini (des-cd), legge imperfetta ma rompe tabu’ (ANSA) 

 ROMA, 5 LUG – “Riconoscere la tortura come un delitto, anche se con una legge imperfetta, rompe finalmente un tabu’. La norma, a 26 anni dalla ratifica dell’Italia della Convenzione ONU, lascia infatti margine a molte incertezze, ma comunque ha il merito di far emergere l’esistenza stessa di un delitto spesso negato anche nei paesi democratici. Colpire la tortura compiuta dai pubblici ufficiali non delegittima questi ultimi, anzi: tutela le stesse forze dell’ordine dall’abuso della violenza. Va pero’ chiarito, come ha chiesto il Commissario per i diritti umani del Consiglio d’Europa, che il reato esiste anche se le condotte non sono reiterate. Se da un lato si lascia il testo indeterminato in alcuni punti, dall’altro – come sempre – si aggravano le pene: non e’ questo il modo di garantire il giusto equilibrio in una norma importante che l’Italia aspettava da tempo”. Lo dichiara la deputata Milena Santerini, del gruppo ‘Democrazia Solidale-Centro Democratico’ e Coordinatrice dell’Alleanza parlamentare contro l’intolleranza e il razzismo del Consiglio d’Europa.(ANSA). PDA 05-LUG-17 18:32

(ANSA)Migranti: Santerini (Des-Cd), predicatori d’odio riflettano 

(ANSA)Migranti: Santerini (Des-Cd), predicatori d’odio riflettano 

 – ROMA, 3 LUG – “Il lancio di due bottiglie molotov contro l’Hotel Eureka a Vobarno, in provincia di Brescia, e’ un atto gravissimo. Chi in questi mesi si e’ opposto all’accoglienza dei profughi con toni e ragionamenti violenti rifletta su quanto avvenuto”. Lo dichiara Milena Santerini, deputata del gruppo ‘Democrazia Solidale-Cd’ e presidente dell’Alleanza contro l’intolleranza e il razzismo del Consiglio d’Europa. “Purtroppo, anche dopo le molotov di Vorbano, abbiamo ascoltato le parole di Matteo Salvini che – sottolinea Santerini- attribuisce la reponsabilita’ dell’episodio al Governo. Il segretario della Lega Nord farebbe invece bene a riflettere su come la predicazione di odio xenofobo si traduca in episodi di violenza fisica, in modo preoccupante. Minimizzare fatti come questi favorisce l’accettazione sociale del razzismo, rendendolo sempre sempre piu’ un fatto ordinario, quotidiano e radicato. Al contrario, vogliamo elogiare e ringraziare le tante persone e realta’ associative che in ogni Regione d’Italia, anche oggi, stanno operando in modo solidale verso i profughi”. (ANSA). PH 03-LUG-17 12:48

Urgente creare corridoi umanitari

Urgente creare corridoi umanitari

ROMA, 28 GIU – “E’ urgente trovare alternative al traffico di essere umani nel Mediterraneo, creando corridoi umanitari per profughi vulnerabili. Il messaggio che emerge del Side event tenutosi al Consiglio d’Europa a Strasburgo, per sensibilizzare i paesi del Consiglio d’Europa a condividere l’impegno italiano nell’accoglienza dei profughi, non lascia spazio a dubbi o interpretazioni. La testimonianza diretta di Aeham Ahmad, profugo siriano in Germania e musicista noto per aver suonato il piano sulle macerie del suo paese per attirare l’attenzione internazionale sulla guerra, che ha raccontato la sua esperienza di rifugiato, parla da se'”. Lo afferma la deputata Milena Santerini, Rapporteur generale contro l’intolleranza e il razzismo al Consiglio d’Europa dove ha promosso, con la Delegazione parlamentare italiana, un incontro al quale hanno partecipato il Presidente Michele Nicoletti, Paolo Morozzo della Rocca della Comunita’ di S.Egidio e Mattia Civico, Consigliere della Provincia di Trento.(ANSA). DU 28-GIU-17 12:11

ANSA-nazionale CITTADINANZA: SANTERINI (DES), LEGA E M5S ALIMENTANO ODIO E DIVISIONE

ANSA-nazionale CITTADINANZA: SANTERINI (DES), LEGA E M5S ALIMENTANO ODIO E DIVISIONE

“La legge sulla cittadinanza va approvata senza ‘se’ e senza ‘ma’, evitando ogni speculazione politica. Bambini e ragazzi nati e cresciuti qui hanno il diritto di essere italiani e il dovere di costruire il futuro del paese. La Chiesa italiana e la societa’ civile non hanno paura di dirlo. Invece Lega e 5 stelle vogliono solo far crescere l’odio e la divisione tra gli italiani mettendo in una falsa contrapposizione lavoro e cittadinanza, interessi che vanno tutelati insieme”. Lo dichiara Milena Santerini, deputata di ‘Democrazia Solidale-Cd’ e Presidente della Alleanza Parlamentare ‘No Hate’ del Consiglio d’Europa. (ANSA). PH 19-GIU-17 10:58

Santerini (Des-Cd): da Lega proposta razzista

Santerini (Des-Cd): da Lega proposta razzista

(ANSA) – ROMA, 16 GIU – “Proporre ai Comuni di chiedere il certificato penale ai richiedenti asilo che lavorano con i minori come ha fatto la Regione Lombardia equivale a considerare tutti gli ‘stranieri’ potenzialmente pedofili o delinquenti. Si tratta di una forma di razzismo che discrimina i non italiani e non contribuisce a proteggere i bambini, dato che la vigilanza e’ gia’ operata dai Comuni. Quello che la Lega vuole evitare e’ che i rifugiati e gli immigrati si dimostrino utili, come gia’ sono, nel lavoro, nel volontariato, nei servizi. Il gioco del sospetto sui rifugiati ‘pericolosi’ serve solo a ritardare la loro integrazione e minare la fiducia che e’ alla base di una societa’ coesa e sicura”. Lo dichiara Milena Santerini, deputata del gruppo ‘DeS-Cd’, Presidente dell’Alleanza parlamentare contro l’odio del Consiglio d’Europa. (ANSA). PH 16-GIU-17 13:59

DDL PENALE, SANTERINI (DES-CD): SI’ A GIUSTIZIA CHE NON CEDE A POPULISMI DDL PENALE, SANTERINI (DES-CD): SI’ A GIUSTIZIA CHE NON CEDE A POPULISMI

DDL PENALE, SANTERINI (DES-CD): SI’ A GIUSTIZIA CHE NON CEDE A POPULISMI DDL PENALE, SANTERINI (DES-CD): SI’ A GIUSTIZIA CHE NON CEDE A POPULISMI

(9Colonne) Roma, 14 giu – “Il Gruppo ‘Democrazia Solidale – Centro Democratico’ vota a favore del Ddl con le norme di riforma del codice penale e dell’ordinamento penitenziario. La nostra idea è quella di una ‘giustizia giusta’ e più rapida, che non cede alla pressione dei populismi penali”. Lo ha affermato la deputata Milena Santerini (gruppo parlamentare ‘Democrazia Solidale – Centro Democratico’) a proposito del voto finale al Ddl Penale. “Salutiamo con favore – ha sottolineato Santerini – tutte le misure che facilitano l’accesso alle pene alternative al carcere. Ciò perché così si favorisce non solo il condannato, ma anche la sicurezza, come attestano le statistiche più serie secondo le quali la recidiva cala per queste persone dal 70-80 per cento al 20-30 per cento. Bene, inoltre, le norme dedicate ai minori e ai giovani adulti con la previsione di un ordinamento penitenziario specifico, con l’implicita difesa di quella giurisdizione specializzata messa in forse dalle recenti proposte di riforma. Preoccupa, invece, la previsione delle Residenze di Esecuzione delle Misure di Sicurezza, strutture che potrebbero rappresentare un succedaneo degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari finalmente aboliti. Quanto alle intercettazioni, non possiamo che ripetere quello che dovrebbe essere un principio-guida delle società democratiche che fanno della difesa della privacy un caposaldo. Sarebbe paradossale che, mentre tuteliamo il diritto alla privacy delle persone, permettiamo la diffusione di contenuti non penalmente rilevanti, anche a danno di terzi. Questo non significa certo mettere il bavaglio alla stampa”. (PO /Com) 141829 GIU 17